A Crimi la delega al post-terremoto. Coletto sottosegretario alla Salute. Via libera da Palazzo Chigi anche alle nuove nomine: Carlea presidente del Consiglio superiore dei Lavori pubblici

di Carola Olmi
Politica

Via libera in Consiglio dei ministri ad una nuova serie di nomine. Su proposta del ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio, entrano nel Cda dell’Ice, l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, Carlo Maria Ferro e Stefano Corti, mentre per la carica di direttore generale è stato designato Roberto Luongo. Ma non è tutto. Su proposta del ministro delle Politiche agricole, Gian Marco Centinaio, è stata avviata la procedura per la nomina di Giorgio Palmucci alla presidenza dell’Enit, l’Agenzia nazionale del turismo: sarà quindi acquisito il parere delle competenti Commissioni parlamentari. Infine, su proposta del ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, è stato conferito all’ingegner Donato Carlea, già dirigente di prima fascia nei ruoli dello stesso ministero, l’incarico di presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici. Il premier, Giuseppe Conte, ha inoltre sentito il Consiglio dei ministri sulla proposta, di concerto con il ministro Giulia Grillo, di nominare Luca Coletto sottosegretario alla Salute. Inoltre, al sottosegretario Vito Crimi è stata assegnata la delega alla ricostruzione delle zone terremotate.