A Saxa Rubra tutti infuriati contro la Maggioni

di Marco Castoro
Tv e Media

PUBBLICATO GIOVEDì 24 OTTOBRE 2013

di Marco Castoro

Mauro Masi l’ha detto senza peli sulla lingua nell’intervista a La Notizia pubblicata ieri (leggibile sul sito www.lanotiziagiornale.it). L’ex dg Rai (oggi alle 13 ospite di Paolo Liguori a Tgcom24) non investirebbe un quattrino sui canali all news, uccisi ormai da internet. Perfino negli Usa sono finiti i tempi delle vacche grasse e si sta ripensando a riconvertire gli sforzi fatti, che hanno dato il massimo dei frutti a cavallo degli anni ’90 e 2000. Eppure le grandi tv commerciali come Sky e Mediaset fanno delle loro all news un fiore all’occhiello, nonostante portino a casa ascolti irrisori e decimali. Contenti loro. Ognuno è libero di buttare i soldi come vuole. Alla Rai invece, da un po’ di tempo a questa parte (in pratica da quando alla direzione di Rai News è arrivata Monica Maggioni), il dg Luigi Gubitosi ha invertito la rotta. Avanti tutta con il canale all news. Rinforzi redazionali, promozioni a raffica con doppi e tripli salti di qualifica, carta bianca per il direttore. E ancora l’ok a prendere un aereo prima del volo charter organizzato dalla Rai per precipitarsi a Lampedusa e battere sul tempo gli altri tiggì di Saxa Rubra (in verità il Tg1 è riuscito a limitare i danni grazie a Sonia Sarno che è decollata con l’aereo del Viminale). Budget aumentato e chiusura di un occhio quando si sfora. Tanto i soldi sono pubblici. Inoltre la Maggioni, sempre più la preferita del dg, sta facendo ingelosire tutti gli altri direttori. Il numero uno di Rai News e Televideo può vantare su una cospicua forza redazionale (il suo predecessore Corradino Mineo non aveva nemmeno le penne per scrivere). Per non parlare poi dell’ultimo mandato che ha fatto saltare dalla poltrona Mario Orfeo, Marcello Masi e Bianca Berlinguer. Il coordinamento del mega sito sull’informazione Rai che ingloba Tg1, Tg2 e Tg3. Con le redazioni internet dei tiggì generalisti già assorbite dalla nuova struttura. Che però non è ancora partita. E forse avrà i natali proprio in prossimità del Natale.

Iene ridens
Colpo gobbo delle Iene martedì sera in prima serata. Se si tiene in considerazione soltanto lo share il programma di Italia 1 (13,48%) ha superato non solo Canale 5 (10,91%) ma anche Ballarò (13,17%). Poi nei valori assoluti il Biscione e Giovanni Floris hanno chiuso in vantaggio.

In crescita la Sottile Linea gialla
Raggiunto il 3% di share. Obiettivo minimo centrato per la banda Sottile e Linea gialla. Dopo un avvio un po’ in sordina il programma è sempre cresciuto. Piccoli passi ma continui. In 6 puntate ha guadagnato già un +50% sugli ascolti. Addirittura martedì sera il conduttore Salvo Sottile si è tolto lo sfizio di vincere il derby con Luca Telese. Dalle 23,40 e fino alla fine della trasmissione (alle 24,24) Linea gialla ha superato Matrix nella sovrapposizione: 4,74% con 641.438 spettatori per La7 contro 4,14% con 559.834 spettatori di Canale 5.