Allerta massima a Bruxelles. I servizi parlano di forte rischio attentati. Chiusi negozi, bar e metropolitana

Onu pronta a tutto per fermare l’Isis. Nella serata di ieri il Consiglio di Sicurezza dell’Onu ha approvato all’unanimità la risoluzione presentata dalla Francia in risposta alla strage di Parigi che invita gli Stati membri “a raddoppiare e coordinare gli sforzi per prevenire e reprimere gli atti terroristici”. Inoltre, chiede loro di “adottare tutte le misure necessarie in linea con il diritto internazionale, per sconfiggere lo Stato Islamico”. la risoluzione chiede anche agli Stati membri dell’Onu di intensificare gli sforzi per arginare il flusso dei “foreign fighters'” per prevenire e reprimere i finanziamenti al terrorismo”. Una risoluzione simile era stata già adottata in seguito agli attentati agli Stati Uniti dell’11 settembre 2001. ALLERTA MASSIMA IN BELGIO – Sale al quarto livello, il massimo previsto, l’allerta terrorismo a Bruxelles. Il Centro nazionale di crisi belga (Ocam) ha parlato chiaramente di “minaccia grave e imminente, cosa che richiede specifiche misure di sicurezza e raccomandazioni dettagliate alla popolazione”. Sono state chiuse tutte le stazioni della metropolitana, e parte dei tram è stata fermata. L’Ocam chiede, inoltre, di fermare tutte le partite di calcio di prima e seconda divisione per questo fine settimana. Surreale la vita in città, con metropolitana e negozi chiusi.