Altri due giovani fermati per droga. Erano nella discoteca di Corinaldo la notte della tragedia. Si fa strada l’ipotesi di una banda di rapinatori che utilizzava spray urticante come diversivo

dalla Redazione
Cronaca

Ci sono altri due fermati nell’ambito delle indagini in corso per quanto è accaduto sabato scorso nella discoteca di Corinaldo, in provincia di Ancona, dove hanno perso la vita sei persone e altre 100 sono rimaste ferite nella calca. Oltre al 15enne, fermato ieri per possesso di droga, che secondo gli inquirenti avrebbe spruzzato lo spray urticante all’interno del locale Lanterna Azzurra Clubbing prima del concerto di Sfera Ebbasta, un 27enne, originario di Fano, e sua la fidanzata sono stati fermati dai Carabinieri in un residence di Senigallia, sempre per possesso di stupefacenti. Gli investigatori sospettano che nel locale fosse presente una banda di giovani dedita alle rapine che utilizzava lo spray urticante come diversivo.