Ancora vittime a causa del maltempo. A Lamezia Terme è emergenza. Trovati morti nel letto di un fiume mamma e un bambino di 7 anni, in corso le ricerche dell’altro figlio

dalla Redazione
Cronaca

L’ondata di maltempo che sta colpendo nelle ultime ore la Calabria, e in particolare la provincia di Lamezia Terme, ha fatto le prime due vittime. I corpi di una mamma e di uno dei suoi due figli, di 7 anni, sono stati ritrovati, questa mattina, dai Vigili del fuoco nel letto di un torrente che attraversa i comuni di San Pietro a Maida e San Pietro Lametino. Sono ancora in corso le ricerche del secondo figlio della donna, che ha 2 anni.

A dare l’allarme, la scorsa notte, era stato il marito della donna, Stefania Signore, che non vedendola rientrare in casa con i bambini ha avvertito Vigili del fuoco. Poco dopo l’auto su cui viaggiava la donna è stata rintracciata, ferma e con le quattro frecce accese, a San Pietro Lametino, una delle frazioni di Lamezia Terme colpite dall’ondata di maltempo.

Nel corso della notte i Vigili del fuoco hanno compiuto 80 interventi a Catanzaro, 70 a Crotone e 68 a ViboValentia.

“Si fa sempre più drammatica la situazione in Calabria – ha detto il presidente della Regione, Mario Oliverio – a causa dell’eccezionale ondata di maltempo che ha colpito tutto il territorio regionale. Nelle prossime ore avanzeremo la richiesta dello stato di emergenza. Siamo di fronte ad una situazione di assoluta emergenza dal Reggino al Crotonese, dalle Serre al Catanzarese, dal Cosentino al lametino e in tutta la zona dello Jonio e del Tirreno”.