Apertura con il segno meno per la Borsa di Milano (0,5%). Bene il settore bancario e assicurativo. In lieve rialzo lo spread a 255 punti base

dalla Redazione
Economia

Apertura delle contrattazioni con il segno negativo per la Borsa di Milano. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib perde lo 0,5%. Bene il settore bancario, capitanato da Intesa Sanpaolo (+1,02%) e gli assicurativi, con Generali e Unipol, che salgono rispettivamente dello 0,3 e dello 0,5%. In lieve rialzo lo spread tra Btp e Bund che ha avviato le contrattazioni a 255 punti base con il rendimento del decennale italiano al 2,71%. In rimbalzo le banche con Intesa (+1,3%), Banco Bpm e Bper (+0,4%), Unicredit (+0,3%) e Ubi (+0,1%) mentre Carige è sospesa a tempo indeterminato. Nel listino principale tonfo di Stm, che perde il 7%, ma svettano la Juventus (+4,3%) e Tim (+2,5%). Nel settore delle auto è in rosso Ferrari e Cnh (-1,8%), Pirelli (-1,7%), Fca e Brembo (-1,2%). Scivola anche il lusso con Moncler (-2,6%) e Ferragamo (-2,4%). Male anche Tenaris (-1,2%), Saipem (-1,1%), Snam (-0,8%) ed Eni (-0,5%).