Arrestato Hitler, ma è solo un sosia

di Alessandro Selvitella
Argomenti

Succede in Austria, dove un giovane di 26 anni, Herald Zenz, si aggirava abbigliato come Hitler con tanto di baffetti e bombetta. Subito è scattato l’arresto da parte della polizia di Braunau, con l’ipotesi di apologia del nazismo. L’uomo, che si aggirava intorno alla casa natale di Hitler da diversi giorni, aveva proprio il classico taglio di capelli, abbigliamento e baffi caratteristici del dittatore nazista.

Un reato che in Austria è punito penalmente e che vede l’accusa di apologia del nazismo nei confronti del giovane sempre più concreta, soprattutto in virtù del fatto che “sapeva esattamente cosa stava facendo”, così dichiara infatti un portavoce della polizia escludendo un possibile scherzo o atto di provocazione. Proprio lo scorso Ottobre, le autorità decisero di abbattere la casa natale di Hitler per evitare il pellegrinaggio di neo nazisti.

  • Saverio GPallav

    Quindi se Fabio Mussi gira in loden in Austria e si pettina con la frangetta rischia l’arresto… Prima o poi vieteranno anche i film di Charlotte, data la somiglianza. In Austria e in Germania dovrebbero fare seriamente i conti con il passato anziché coprirsi di ridicolo con arresti di innocui buffoni e distruzione di case dove è nato o ha fatto pipì Hitler. Germania e Austria sono le stesse nazioni che si rifiutano di pagare i danni di guerra alle nazioni come la Grecia che hanno occupato e devastato pur essendo entrambe eredi giuridiche del terzo Reich. E come tali obbligate a risarcire i danni agli Stati e ai popoli sopraffatti oltre che ai discendenti delle persone trucidate o imprigionate nei lager. Che inizino a rispondere delle colpe come entità statali e lascino perdente queste buffonate