Auto a noleggio, basta con le multe strapagate. Le società chiedono fino a 90 euro per la notifica: il caso arriva in Parlamento

di Stefano Iannaccone
Cronaca

Prendere una multa è già di per sé qualcosa da evitare. Ma nel caso in cui ci si trovi al volante di un’auto a noleggio l’attenzione deve essere doppia. Il motivo? Al costo della sanzione, bisogna aggiungere un aggravio variabile dai 35 ai 90 euro per il “ragionevole addebito amministrativo” messo a carico del guidatore. In pratica in alcuni casi può essere maggiore questa spesa della multa stessa. Nelle pieghe dell’accordo è specificato che nel caso in cui il conducente di un veicolo noleggiato riceva una multa per qualsiasi infrazione, la società che affitta il veicolo ha l’obbligo di comunicare al Comune i dati del cliente.

Tutto questo per fare in modo che la multa venga notificata al presunto trasgressore. Per carità, tutto previsto dalla legge. Inoltre, al momento della sottoscrizione del noleggio, si accettano tutte le clausole. Ma il vicepresidente della Camera e deputato di Forza Italia, Simone Baldelli, ha presentato un’interrogazione per chiedere anche un intervento al ministero dello Sviluppo economico per modificare la normativa. La gestione dei passaggi per la notifica comporta il trasferimento dati da parte delle società di autonoleggio, “quantificata arbitrariamente per importi che arrivano fino a 90 euro”, contesta Baldelli. E il parlamentare di Forza Italia ravvisa un’ulteriore beffa: “La procedura diventa una sorta di seconda sanzione rispetto alla quale è vietata qualsiasi forma di ricorso o di rimborso, a prescindere dall’esito della sanzione vera e propria”.