Bari, giustizia al collasso. Il tribunale penale è a rischio crollo. Comincia il trasloco del personale, ma la confusione regna sovrana

dalla Redazione
Cronaca

L’amministrazione della Giustizia a Bari rischia davvero di finire nel caos. L’inagibilità del Palazzo di Giustizia, che è a rischio crollo. ha fatto sì che a partire da oggi cancellieri e giudici del tribunale penale siano stati trasferiti nell’ex sezione distaccata di Modugno.

Nel centro alle porte di Bari, quindi, lavoreranno 53 cancellieri e 15 giudici che vengono a Modugno dal bus della Polizia penitenziaria. Alcuni dei 15 giudici, però, fino al 30 settembre lavoreranno ancora in piazza De Nicola dove si stanno svolgendo le udienze urgenti con detenuti.

“Tra tante difficoltà il personale sta rispondendo in maniera egregia – ha spiegato Carlo Livio Dello Russo, dirigente amministrativo del Tribunale – per il momento in questa sede (quella di Modugno, ndr) i cancellieri saranno impegnati a sistemare gli armadi e i fascicoli che sono stati trasferiti da via Nazariantz”. La situazione del trasloco resta comunque nel caos visto che i magistrati non hanno ancora lasciato l’immobile di Bari, come da invito del Ministero.