La Borsa di Milano apre con il segno meno (-0,2%) appesantita dai bancari. Bene Astaldi (+8%). Lo spread a 264 punti

dalla Redazione
Economia

La Borsa di Milano prosegue in calo. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib cede lo 0,2% a 19.788 punti. Il listino è appesantita dalle banche, in linea con l’andamento dell’intero comparto europeo. Vola Astaldi (+8%) e Salini Impregilo (+1,9%). Lo spread tra il Btp e Bund ha avviato la seduta a 264 punti base con il rendimento del decennale italiano al 2,8%. Male Banco Bpm (-2%), Fineco (-1,3%), Mediobanca (-0,8%), Intesa (-0,9%) e Unicredit (-0,3%). In rosso anche i titoli legati al petrolio: Eni (-0,4%), Tenaris e Saipem (-0,2%), Italgas e Snam (-0,1%). Debole Tim (-0,1%). Marcia in positivo il comparto dell’auto con Cnh (+0,3%), Fca (+0,1%) mentre è debole Ferrari (-0,1%).