Casa di riposo abusiva a Castel Volturno. Medicinali falsi e pazienti abbandonati. La struttura era sconosciuta pure al Fisco

dalla Redazione
Cronaca
castel volturno

Ancora una casa di riposo fasulla nella quale, peraltro, venivano somministrati medicinali scaduti e dunque pericolosi per la vita degli anziani ignari. Siamo a Castel Volturno (Caserta), dove la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere ha deciso di sequestrate la struttura che operava in maniera abusiva, priva della necessaria autorizzazione per l’esercizio della professione sanitaria e, per di più, era del tutto “sconosciuta al Fisco”.

In particolare, all’atto dell’accesso – effettuato unitamente a personale dell’Asl di Mondragone – i militari operanti – si legge in una nota della procura – hanno constatato la presenza di alcune persone anziane incapaci di deambulare autonomamente, non assistite da personale qualificato, nonché di numerosi scatole di farmaci, taluni anche scaduti.

I Finanzieri della Compagnia di Mondragone hanno quindi provveduto a sottoporre a sequestro la struttura e la documentazione rinvenuta, a denunciare a piede libero la titolare per il reato di abusivo esercizio di professione e per violazione delle prescrizioni del Testo Unico delle leggi sanitarie. Delle 7 persone anziane ospitate nella “casa di riposo” abusiva, 5 sono state affidate ai rispettivi familiari, mentre le restanti 2 – in assenza della disponibilità ricettiva di idonee strutture – sono assistite nell’immobile da personale medico e dai servizi sociali, attivati anche dal Sindaco del Comune di Castel Volturno, in attesa di essere trasferite presso le proprie famiglie ovvero presso case di riposo.