Che spreco gli edifici pubblici. In disuso beni per 12 miliardi. Gli immobili dello Stato valgono 283 miliardi

di Sergio Patti
Economia

Avere tanti immobili da non sapere dove metterli. E con tutto questo ben di Dio riuscire anche a perderci un sacco di soldi. Benvenuti nel pianeta immobiliare dello Stato italiano. A fare i conti è stato ieri il ministero dell’Economia e Finanze. Il valore patrimoniale dei fabbricati pubblici censiti – circa un milione di unità catastali, con una superficie pari a 325 milioni di metri quadrati – è stimato in 283 miliardi di euro. La valutazione, per la prima volta ottenuta attraverso un modello statistico-matematico e metodologie estimative standard, è basata sui dati dichiarati da circa 7.500 amministrazioni coinvolte nella rilevazione dei beni immobili riferita all’anno 2015, condotta dal Dipartimento del Tesoro nell’ambito del progetto Patrimonio della pubblica amministrazione. Il 74% del valore del portafoglio immobiliare stimato è riconducibile a fabbricati di proprietà delle amministrazioni locali.

Il restante 26% del valore complessivo è ripartito tra amministrazioni centrali (17%), amministrazioni locali non incluse nel perimetro di consolidamento dei conti pubblici (6%), tra cui gli enti territoriali per l’edilizia residenziale, enti pubblici di previdenza e assistenza (3%). Il Mef precisa che i risultati del modello non sono confrontabili con il valore di bilancio dei beni dello Stato gestiti dall’Agenzia del Demanio, registrato nel Conto Generale del Patrimonio dello Stato, che comprende anche il valore dei terreni e dei beni all’estero. E aggiunge che è necessario razionalizzare l’uso degli spazi degli immobili pubblici per rendere possibili operazioni di valorizzazione immobili di particolare interesse per il mercato. “L’analisi dei dati disponibili con riferimento agli immobili utilizzati dalla Pubblica amministrazione potrebbe orientare interventi volti a conseguire l’obiettivo di un più razionale utilizzo degli spazi, rendendo in tal modo disponibili per operazioni di valorizzazione immobili di particolare interesse per il mercato”, ha sottolineato il ministero guidato da Padoan.

– Il valore complessivo stimato è per il 77% usato direttamente dalle pubbliche amministrazionia. Edifici per 51 miliardi sono in uso, a titolo gratuito o oneroso, a privati, oppure risultano non utilizzati (12 miliardi) o in ristrutturazione (3 miliardi). Facendo una media, l’intero patrimonio immobiliare vale 870 euro al metro quadro (283 miliardi spalmati sui 325 milioni di metri quadrati di superficie. Gli uffici hanno un valore di oltre 70 miliardi, le abitazioni e scuole di quasi 50, gli impianti sportivi di oltre 4 miliardi e le caserme di 25 miliardi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *