Coppa Italia, scontri a Roma tra Polizia e tifosi di Lazio e Atalanta. Guerriglia a Ponte Milvio. Bruciata un’auto e ferito un vigile fuori dall’Olimpico. Cinque ultrà laziali arrestati

dalla Redazione
Cronaca
Scontri Lazio-Atalanta

Momenti di tensione tra i tifosi di Lazio e Atalanta e le forze dell’ordine nella zona dello stadio Olimpico, a Roma, dove questa sera si disputa la finale di Coppa Italia. Gli ultrà hanno lanciato bottiglie e oggetti verso le forze dell’ordine che hanno più volte risposto con idranti, lacrimogeni e cariche.

Un’auto della Polizia locale è stata incendiata nei pressi di Ponte Milvio. I tifosi biancocelesti, circa 150, hanno lanciato anche bombe carta contro le forze dell’ordine. Un agente della polizia locale è rimasto ferito a un orecchio durante i disordini fuori dallo stadio Olimpico.

La Polizia, per “possesso di artifizi pirotecnici in occasione di manifestazioni sportive”, ha arrestato due ultrà laziali fermati nel pomeriggio nei pressi della sede storica degli “Irriducibili” della Lazio. Durante gli scontri avvenuti nel tardo pomeriggio nei pressi di Ponte Milvio, la Polizia ha arrestato altri 3 tifosi ed è al vaglio, fa sapere la Questura, la posizione anche di altri ultrà “per verificare le responsabilità nel lancio del materiale incendiario anche grazie alla visione delle immagini acquisite”.