Da Cassa depositi e prestiti 600 milioni per l’housing sociale. Tra i progetti in cantiere a Roma anche la riqualificazione dell’ex caserma di via Guido Reni

dalla Redazione
Cronaca
Cdp

Oltre alle polemiche sull’housing sociale inizia finalmente a vedersi anche un po’ di luce. A rimettere in moto i
cantieri delle case popolari dovrebbe provvedere infatti la Cassa Depositi e Prestiti nell’ambito degli investimenti
da 600 milioni di euro appena sbloccati. Interventi frutto di un coordinamento tra la spa, il Ministero
dell’economia e finanze e la Prefettura di Roma. Tra i progetti in cantiere vi è quello della riqualificazione della
ex caserma di via Guido Reni, un’area di 45mila metri quadrati dove troverà appunto spazio pure l’housing sociale,
oltre a un hotel da 200 stanze e attività commerciali per 4mila metri quadrati. Il pezzo più pregiato per le
politiche della casa a cui si trova così a contribuire la Cassa Depositi e Prestiti è però quello di Santa Palomba,
dove la società intende ricavare circa mille alloggi di housing sociale, investendo nell’iniziativa ben 125 milioni
di euro. Il progetto più imponente mai realizzato in Italia sul fronte delle case popolari. Azioni che rappresentano
l’unica risposta alle occupazioni.