Donald core de Russia. Trump pronto a una nuova era: è disposto a cancellare le sanzioni a Mosca

dalla Redazione
Mondo
Donald Trump giorno ringraziamento

Un ramoscello d’ulivo teso a Vladimir Putin. Il presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump, ha annunciato la disponibilità a cancellare le sanzioni alla Russia. A patto, ovviamente, che vengano superate le divergenze sui temi più importanti e soprattutto che si riesca ad avviare un’effettiva collaborazioni sul terrorismo internazionale, che minaccia entrambe le super potenze. Il tycoon è apparso meno dialogante con la Cina, confermando che “tutto è sottoposto a negoziato, compresa ‘una sola Cina'”, in riferimento ai rapporti con Taiwan.

Al momento le sanzioni alla Russia “saranno mantenute per un certo periodo”, ma “se andremo d’accordo e se la Russia ci aiuterà veramente, perché dovremmo tenere le sanzioni?”, ha affermato il prossimo inquilino della Casa Bianca in un’intervista al Wall Street Journal. Inoltre Trump ha aperto alla possibilità di un incontro con il suo omologo russo dopo l’insediamento alla Casa Bianca, che avverrà il 20 gennaio. Nell’ambito del disgelo tra i rapporti, il Washington Post ha rivelato un avvicinamento anche sul percorso di pace in Siria: secondo il quotidiano, infatti, il Cremlino avrebbe chiesto agli Usa di partecipare ai lavori, finora portati avanti con Turchia e Iran.

Intanto il Senato statunitense sta per avviare un’indagine con lo scopo di verificare l’esistenza di legami tra la Russia e alcune persone impegnate nelle campagne politiche per le presidenziali di entrambi i candidati.