Dopo la Camera anche il Senato taglia i vitalizi. Via libera alla delibera Fico che ricalcola gli assegni degli ex parlamentari

dalla Redazione
Politica

Il Consiglio di presidenza del Senato ha approvato, con 10 voti favorevoli e un astenuto, la delibera Fico sul taglio dei vitalizi. La delibera è passata senza i voti dei senatori di Forza Italia e del Partito Democratico che al momento del voto sono usciti.

“Anche il Senato – hanno dichiarano i senatori della Lega Paolo Arrigoni, Roberto Calderoli, Tiziana Nisini e Paolo Tosato, a margine del Consiglio di Presidenza di Palazzo Madama – dice stop a vecchi e assurdi privilegi. Abbiamo agito in tempi rapidissimi, per portare avanti una battaglia della Lega e per mantenere una promessa che le forze del Governo del Cambiamento hanno fatto ai cittadini. Dalle parole ai fatti, contro i privilegi di pochi, in favore di tutti gli italiani”. Esulta anche il vicepremier Luigi Di Maio. “Detto, fatto. Promessa mantenuta. Bye bye vitalizi anche per gli ex senatori. Questo privilegio – ha commentato il vicepremier su Instagram – non esisterà più per nessuno. Evviva!”.

L’approvazione della delibera è stata salutata, all’esterno di Palazzo Madama, con un doppio striscione con la scritta “56 milioni di euro risparmiati” e “#bye bye vitalizi” bandiere i palloncini, dai senatori del Movimento 5 Stelle. “È una vittoria per il MoVimento 5 Stelle – ha commentato la vicepresidente del Senato Paola Taverna -, qualcosa che avevamo promesso e l’abbiamo mantenuto”.

“Il Senato ha appena dato il via libera al taglio dei vitalizi. La riduzione di sprechi e costi della politica è anch’essa una misura di equità sociale, un segno di attenzione che la ‘buona’ politica deve offrire per poter parlare con credibilità ai cittadini!” ha commentato su Twitter il premier, Giuseppe Conte.