È Floris il campione dei talk. A La7 diMartedì continua a crescere: record a 7,22%. Sorpassato Ballarò e primato nella top settimanale

di Marco Castoro
Tv e Media

Picconata dopo picconata Giovanni Floris è riuscito ad abbattere il muro di Ballarò. Mezzo punto alla volta è arrivato al sorpasso e soprattutto a un 7,22% di share che per La7 rappresenta un risultato davvero prestigioso. A certe quote ci arriva solo Maurizio Crozza con il suo show. Il comico ligure ci ha messo del suo anche in questa avventura di diMartedì e la sua copertina resta il momento più atteso dai telespettatori, nonché il picco degli ascolti. Floris ha compiuto un ottimo lavoro. Ha saputo reinventarsi un format, cambiando in corsa gli argomenti, alternando gli ospiti dopo i break pubblicitari e dando l’impressione al pubblico a casa di sfogliare un settimanale. Perché si parla di politica, ma anche di alimentazione, costume e quant’altro. Il competitor Ballarò, per contro, non è riuscito nello stesso intento, seppure tutte le colpe non è giusto che siano imputate al conduttore Massimo Giannini. La Rai, una volta andato via Floris, non ha saputo trattenere la vecchia e collaudata squadra e alla fine ha pagato il conto. Un altro errore commesso da Raitre è stato quello di non cambiare format e titolo al talk, una volta che Floris è uscito di scena. In pratica è accaduto ciò che a Canale 5 si è verificato con Matrix. Un programma si identifica nella formula e nel conduttore, quindi non è facile sostituire l’uomo al comando in un contesto che fa pensare al predecessore. Ve lo immaginate Porta a Porta senza Vespa? Impossibile. Così Mentana e Floris hanno finito per essere rimpianti e mai raggiunti dai successori. Forse il solo Quarto grado è riuscito nell’impresa di non perdere i connotati con il cambio del conduttore.

SHARE – In questa seconda stagione diMartedì ha avuto un crescendo rossiniano negli ascolti. È sceso sotto il 4% in una sola occasione, il 9 febbraio, quando è andata in onda la prima serata di Sanremo. Nelle altre puntate quasi sempre lo share è stato vicino al 6%, una soglia che da un mese a questa parte è stata sempre superata, fino all’exploit del 7,22%. Si potrebbe obiettare che la lunga durata della trasmissione permette nella seconda parte di salire con lo share nonostante le teste diminuiscano, ma il successo di Floris è ormai consolidato anche dalla sovrapposizione con Ballarò (21:15-00:00). Nelle ultime due puntate: 1,510 milioni di media e 6,70% contro 1,348 – 5,98%. Poi 1,626 milioni e 7,32% contro 1,590 milioni e 7,16%. Il crescendo con record ha permesso a diMartedì di essere il più visto tra i talk di tutte le reti in prima serata. I picchi superano il 10% e sfiorano i 3 milioni. Anche Ballarò in queste ultime settimane ha il trend positivo. Chissà come sarà contento Renzi… Nei momenti topici del suo mandato i talk nemici prendono quota.

Twitter: