Editoria in agonia. Storace non è più il direttore del Giornale d’Italia. La testata sospende (per ora) le pubblicazioni

dalla Redazione
Tv e Media

L’annuncio è arrivato direttamente dal sito internet del Giornale d’Italia e poi rilanciato sui canali social. Francesco Storace non è più il direttore della testata che, al momento, avrebbe sospeso ogni pubblicazione. Le parole di Storace sono chiare e nel ringraziare fraternamente i lettori fanno comunque emergere tanta amarezza.

“Da ieri non sono più il direttore del Giornale d’Italia, per volontà dell’editore Marco Matteoni, che lo ha deciso autonomamente, almeno spero.. – questo l’incipit del saluto pubblicato oggi di prima mattina – A conclusione della mia attività, il nostro quotidiano, a quanto ho appreso dalla società editrice, sospenderà le sue pubblicazioni per ripensare la propria missione editoriale. Spero che si tratti di una chiusura temporanea per dare modo a chi mi succederà di saper raccogliere la preziosa eredità di questa testata”.

Il post di Storace prosegue facendo emergere tutta la sua delusione: “Ovviamente non ne sono felice, anche se va dato atto a Matteoni di essersi impegnato per mandare avanti il giornale. Ringrazio di cuore i colleghi che hanno resistito fino all’ultimo, anche senza compensi regolari e sono certo che nessuno adirà vie legali, se non costretto. Ai cari lettori dò appuntamento in altri luoghi, dalla rete a ovunque ci sarà possibilità di pubblicare un’opinione. E’ stata un’esperienza fantastica, che non dimenticherò mai. Ma nella vita tutto ha un inizio e una fine. Basta saper ricominciare, forti della propria dignità. Un abbraccio a tutti”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *