Esplosione in un’area di servizio nel Reatino, 2 morti e 17 feriti. Un’autocisterna è scoppiata mentre scaricava Gpl. Una delle vittime è un Vigile del fuoco

dalla Redazione
Cronaca
Esplosione autocisterna Rieti

E’ di due morti e 17 feriti, di cui 5 gravi, il pesante bilancio dell’esplosione, avvenuta nel primo pomeriggio di oggi, in un’area di servizio Ip di Borgo Quinzio, in provincia di Rieti, lungo la statale Salaria nei pressi del centro abitato di Passo Corese. Tra i feriti, con ustioni al volto, anche due soccorritori dell’Ares 118.

Secondo la ricostruzione dei Vigili del fuoco, ad esplodere è stata un’autocisterna che stava scaricando Gpl nei serbatoi della stazione di servizio. La violenta deflagrazione, udita anche a molti chilometri di distanza, ha investito le persone che si trovano all’interno del distributore. Un vigile del fuoco di Rieti è morto insieme a un uomo che si trovava a passare in auto nei pressi del distributore.

“C’è stato un primo incendio e mentre i Vigili del fuoco e il 118 stavano operando è avvenuta una violentissima esplosione”, ha spiegato il questore di Rieti, Antonio Mannoni.  “Posso confermare – ha aggiunto il Questore – che il bilancio della tragedia è pesante. Due morti e dieci feriti. L’esplosione è partita da un’autocisterna che stava scaricando gpl nell’area di servizio”.

Il Vigile del fuoco che ha perso la vita, Stefano Colasanti di 50 anni, non faceva parte della prima squadra di soccorsi giunta nell’area dell’esplosione. Era in servizio ma era diretto a Roma, vedendo le fiamme all’interno del distributore Ip si è fermato per aiutare le persone coinvolte ed è stato investito dalla seconda deflagrazione. Mentre la seconda vittima si era fermata con l’auto ad una decina di metri dalla pompa di benzina, incuriosita dall’incendio, ed è stato anche lui investito dall’esplosione.

“Stiamo monitorando costantemente la situazione. Abbiamo deviato il traffico proveniente da Roma lungo la via Farense, non è consentito a nessuno di avvicinarsi all’area dell’esplosione. La situazione è seria”, ha spiegato il sindaco di Fara Sabina (Rieti), Davide Basilicata. “Squadre dei vigili del fuoco – ha aggiunto il primo cittadino del comune reatino – stanno continuando ad operare. Le forze dell’ordine insieme alla nostra Polizia Locale sta monitorando la situazione della zona.  E’ stata predisposta una zona rossa su tutta l’area che al momento è stata interdetta”.


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *