Facebook cambia algoritmo. Ecco i contenuti che verranno privilegiati dal social più popoloso del pianeta. Non solo quelli con più commenti e “mi piace”

dalla Redazione
Argomenti

A cosa sono dovuti i continui cambiamenti di Facebook? Ancora una volta a inizio aprile sono cambiate le linee guida del social network più utilizzato al mondo. Facebook ha deciso di cambiare nuovamente il suo algoritmo cambiando nei fatti il News Feed. Stiamo parlando dei contenuti che ogni utente vede scorrere accedendo a Facebook. Secondo i nuovi algoritmi vengono favoriti quelli a cui ogni persona dedica più tempo nella lettura. Non solo quindi i post che ottengono più commenti o più “mi piace”. Ma soprattutto quelli che ci fanno restare più tempo attaccati al social network.

Tempo di lettura e diversità dei post sono così diventati i due parametri fondamentali. Verranno premiati gli articoli letti per almeno un minuto; l’algoritmo eviterà di mostrare ad un utente troppe notizie che arrivano da una stessa pagina-fonte. Per ogni link esterno Facebook calcola il tempo trascorso a leggerlo (o a visualizzarlo) nel browser o in versione Instant Article, eliminando dal conteggio i secondi impiegati per caricare la pagina. Inoltre, il tempo di lettura non sarà calcolato in assoluto, per evitare di favorire esclusivamente gli articoli molto lunghi, ma con tutta una serie di parametri.

Ogni modifica che Facebook fa al proprio algoritmo lo mette in una posizione di forza rispetto agli editori: a questo proposito, il ‘New York Times’ ha calcolato che 85 centesimi di ogni dollaro di pubblicità on line vanno a Google o a Facebook. Gli editori però danno ancora poco peso al traffico che arriva dai social in virtù di alcune ricerche che mostrerebbero che la maggior parte delle persone che arrivano dai social network su una pagina resta in genere non più di 15 secondi.

Loading...