Fedez, il cattivissimo scherzo di J-Ax e delle Iene. E il rapper scoppia a piangere disperato

dalla Redazione
Video

Non c’è che dire: quello di cui è stato vittima Fedez è stato uno scherzo coi fiocchi. Specie se si pensa che a metterlo a segno, con Le Iene, è stato il fido amico e collega J-Ax.

Al centro dell’inchiesta il secondary ticketing, di cui Le Iene già avevano parlato, questa volta seriamente, in una precedente inchiesta. Contro la vendita, effettuata in blocco ed in pochi minuti, di centinaia di biglietti a bagarini pronti a rivendere online i pass per i concerti a prezzi decisamente maggiorati, si erano scagliati, tra gli altri, proprio J-Ax e Fedez.

I due artisti milanesi, infatti, sono impegnati in un lungo tour italiano dei palazzetti, dove molte date, già sold-out, hanno visto andare esauriti i biglietti anche per le repliche. Il socio J-Ax, tuttavia, ha pensato bene di fare un pessimo scherzo a Fedez, tramite la “Iena” Matteo Viviani. Con la complicità dell’avvocato del rapper, Christian Magaletti, e del produttore Clemente Zard, a Fedez viene fatto sapere che la Questura ha bloccato decine di migliaia di biglietti perché venduti attraverso il secondary ticketing. Una notizia tremenda: i palazzetti riempiti anche in più date, così, resterebbero vuoti.

L’avvocato gli spiega che a vendere tutti i biglietti col secondary ticketing è stato proprio Zard e il rapper inizia a disperarsi. La situazione precipita quando Matteo Viviani si palesa nello studio dove Fedez e J-Ax stavano provando. E la Iena fa credere a Fedez di aver firmato accordi con Zard per spartirsi i proventi del bagarinaggio online alle spalle di J-Ax.

Peccato che l’ex Articolo 31 sia la mente dello scherzo: quando Fedez lo scopre crolla in un pianto di nervi e si lascia andare a espressioni fin troppo colorite.