Giappone, lapilli e lava sulla pista da sci. Erutta il Kusatsu-Shirane: un morto e sedici feriti

dalla Redazione
Mondo

Il Giappone torna a rivivere il terrore delle eruzioni del vulcano. Questa volta a preoccupare è il Kusatsu-Shirane, nel centro del Giappone. L’eruzione ha provocato, almeno per ora, un morto e sedici feriti, ma potrebbero essere anche di più secondo alcune fonti locali.

La maggior parte dei feriti si trovava sulle piste da sci mentre altri erano su una cabinovia il cui vetro è stato rotto da una roccia infiammata. Cinque tra i feriti verserebbero ora in condizioni gravi dopo essere stati colpiti dalle pietre lanciate dal vulcano in eruzione, mentre sei militari impegnati in una missione di addestramento sugli sci sono stati travolti da una valanga conseguenza della stessa eruzione. Il Monte Shirane, 2.171 metri di altezza, si trova a nordovest di Tokyo. L’eruzione ha indotto l’Agenzia meteorologica giapponese a elevare l’allerta vulcano a livello 3 su una scala di 5.

Il Giappone ha 110 vulcani attivi e ne monitora in particolare 47 tutto il giorno. A settembre 2014, 63 persone sono state uccise a Mount Ontake, il peggiore disastro vulcanico avvenuto nel Paese negli ultimi 90 anni.