Gli auguri più belli per i 50 anni di Roberto Baggio? Quelli di Alessandro Del Piero: “un sogno portarti la borsa”

dalla Redazione
Sport

Da un 10 a un altro 10. Nel giorno in cui Roberto Baggio compie 50 anni, il pensiero più dolce, sentito e forte arriva da un ex compagno di squadra, Alessandro Del Piero. E fa un po’ “specie” se si pensa ai tanti diverbi tra i due. Non sono pochi a pensare che uno dei motivi per cui Baggio lasciò la Juventus era proprio la presenza sempre più ingombrante di quel giovane poi diventato “Pinturicchio”. E proprio dopo Roberto Baggio è che Del Piero divenne lo storico numero 10 della Juventus.

Senza dimenticare le scintille ai Mondiali del 1998, quando con il ct Cesare Maldini, c’era grossa polemica anche tra gli italiani se era meglio far giocare Roberto Baggio o Alessandro Del Piero. Semplici nubi, queste polemiche, che non possono offuscare un’amicizia vera.

Ecco cosa ha scritto Del Piero:

Caro Roby,

oggi è un giorno importante per te ma, fidati, lo è per tutti noi che amiamo il calcio e lo è per me, che ho fatto un pezzo di strada al tuo fianco.

Appartengo a una generazione – come te del resto, anche se ci separa qualche anno – di quelle che sanno bene cosa vuol dire “portare la borsa a quelli più grandi”. E quando io ti ho conosciuto, nel 1993, tu eri il più grande e per me poterti “portare la borsa” non era un fastidio, ma un sogno che si realizzava.

Io arrivavo alla Primavera della Juventus dal Padova, a 18 anni. Tu sollevavi il Pallone d’Oro nel cielo di Torino, dopo averci fatto vincere la Coppa Uefa.

Roby, ho imparato molto da te, ho giocato con te, ho vinto con te. Sei stato un grande compagno, e quando le nostre strade con la squadra di club si sono separate, avere ereditato la tua maglia è stato un onore oltre che una grande responsabilità.

Tutte le volte che poi ci siamo incontrati, sul campo, da avversari, ci siamo abbracciati con amicizia e stima.

E anche oggi, nel giorno del tuo cinquantesimo compleanno, ti voglio idealmente mandare un abbraccio.

Buon compleanno, campione!

Ale