Il Governo studia un provvedimento per limitare l’ingresso nelle acque territoriali italiane. Salvini: “Non è un blocco navale. Applicheremo norme già esistenti”

dalla Redazione
Politica

“Sto lavorando a un provvedimento che limiti la possibilità di entrare nelle acque territoriali italiane, intervenendo a monte”. E’ quanto ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, parlando in Transatlantico alla Camera della vicenda Sea Watch. A chi gli domandava se è allo studio del Governo un blocco navale, il leader della Lega ha risposto: “No, applicando le norme già esistenti”. “Se mai arrivasse un altro barcone illegalmente in acque territoriali italiane – ha detto ancora il ministro dell’Interno – rifarò esattamente quello che ho fatto con la Diciotti e con la Sea Watch. Sono pagato per fare il ministro e lo farò a lungo”.