Il mullah Krekar non verrà in Italia. Ritirata la richiesta di estradizione dalla Norvegia

dalla Redazione
Mondo
mullah krekar

Najmaddin Faraj Ahmad, meglio noto come Mullah Krekar, non verrà in Italia. L’Italia infatti ha ritirato la richiesta di estradizione dalla Norvegia. Lo ha annunciato, secondo quanto riporta Repubblica, la Procura norvegese che nel suo comunicato non precisa le motivazioni che hanno indotto il Ministero della Giustizia di Roma a comunicare con una lettera la marcia indietro.

Il Mullah Krekar torna così in libertà. Rifugiato in Norvegia dal 1991, 60 anni, il religioso islamico era implicato in un’indagine italiana antiterrorismo, sospettato di essere al vertice di una rete jihadista curda di respiro europeo, nota come Rawti Shax e legata all’Isis.

Il Mullah Krekar era stato arrestato in Norvegia nel novembre del 2015 nell’ambito di un’operazione antiterrorismo che aveva riguardato altri 14 presunti esponenti della rete jihadista in sei Paesi europei. L’Italia aveva quindi chiesto la sua estradizione, che la scorsa settimana la Corte Suprema aveva accolto. Poi, la rinuncia degli italiani a mettere le mani sul Mullah Krekar, decisione che ha generato profonda delusione nelle autorità norvegesi, più che felici di liberarsi di un personaggio ingombrante e pericoloso. Oltreché, ovviamente, una minaccia per la sicurezza nazionale.