Il premier Conte incontrerà questa sera il presidente della Commissione Ue Juncker. Palazzo Chigi conferma Manovra e saldi

dalla Redazione
Politica

Cena al 13mo del Berlaymont, sede della Commissione europea. Il presidente della Commissione Ue, Jean Claude Juncker, attende stasera il premier, Giuseppe Conte, 72 ore dopo la bocciatura della legge di bilancio da parte di Bruxelles. Tra le portate, la più indigesta per l’Esecutivo Ue restano i saldi della Manovra che il Governo italiano non ha alcuna intenzione di cambiare, correggendo il rapporto deficit/Pil per il 2019 al 2,4%. Saranno della tavolata anche il ministro dell’Economia Giovanni Tria, e gli eurocommissari, Pierre Moscovici e Valdis Dombrovskis. “Alla Commissione domani dirò che il governo italiano vuole garantire l’obiettivo della stabilità finanziaria”, ha spiegato Conte. “Da questo punto di vista siamo assolutamente concentrati nel raggiungimento di questo obiettivo – ha aggiunto –. Ma è anche vero che per perseguirlo, la linea migliore, il modo migliore è quello di assecondare e promuovere la crescita. Diversamente andremo in recessione”. Insomma, la rotta non cambia.