Il Reddito di cittadinanza non si tocca. Il sottosegretario all’Economia Villarosa conferma: “Ci sarà dal primo aprile. Il rapporto deficit/pil dal 2,4% al 2,04% non avrà conseguenze sulla misura”

dalla Redazione
Politica
Alessio Villarosa

Il reddito di cittadinanza “ci sarà dal primo aprile”. A confermarlo è stato ieri Alessio Villarosa (nella foto), sottosegretario M5S all’Economia, ospite del programma Un giorno da pecora su Rai Radio1, aggiungendo che il passaggio del rapporto deficit/pil dal 2,4% al 2,04% non avrà conseguenze sulla misura. Per spiegare quanto accaduto, Villarosa ha argomentato che, sostanzialmente, all’inizio il Governo aveva stimato una cifra più alta per il reddito di cittadinanza, poi si è reso conto che, per garantire l’intervento, sarebbero bastate meno risorse. “Quindi se l’Europa avesse dato l’ok sul 2,4%, avreste lasciato questi soldi in più?”, chiedono i conduttori. “Sono soldi in più che se non utilizzati – ha concluso Villarosa – rimangono nell’economia dello Stato, nei portafogli dei cittadini”.