Il sergente di ferro Conte punisce i disertori Insigne e Berardi. “Chi non capisce la maglia azzurra è inadatto e inopportuno”

dalla Redazione
Sport

Antonio Conte boccia Lorenzo Insigne e Domenico Berardi. E sicuramente non per le prestazioni in campo, quelle degli attaccanti del Napoli e del Sassuolo sono sotto gli occhi di tutti, ma il forfait dei due all’ultima chiamata non sono stati digeriti ancora dal commissario tecnico. E Conte non le ha mandate certo a dire perché, nel corso della presentazione delle nuove maglie, seppur non citandoli il riferimento è apparso piuttosto chiaro: “Aver indossato la maglia azzurra da calciatore e diventare ct della nazionale è un privilegio unico, una soddisfazione enorme, e una gioia veramente grande. La maglia azzurra non credo debba essere spiegata a nessuno e chi non la capisce è inadatto e inopportuno, ma posso contare su ragazzi che ne incarnano lo spirito e questo è molto importante”. Portieri: Gianluigi Buffon (Juventus), Daniele Padelli (Torino), Mattia Perin (Genoa), Salvatore Sirigu (Paris Saint Germain) Difensori: Francesco Acerbi (Sassuolo), Luca Antonelli (Milan), Davide Astori (Fiorentina), Andrea Barzagli (Juventus), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Matteo Darmian (Manchester United), Mattia De Sciglio (Milan), Lorenzo De Silvestri (Sampdoria) Centrocampisti: Giacomo Bonaventura (Milan), Antonio Candreva (Lazio), Alessio Cerci (Milan), Stephan El Shaarawy (AS Monaco), Alessandro Florenzi (Roma), Emanuele Giaccherini (Bologna), Claudio Marchisio (Juventus), Riccardo Montolivo (Milan), Marco Parolo (Lazio), Roberto Soriano (Sampdoria) Attaccanti: Manolo Gabbiadini (Napoli), Eder Citadin Martins (Sampdoria), Stefano Okaka (Anderlecht), Graziano Pellé (Southampton), Simone Zaza (Juventus)