E’ in arrivo il codice rosso per contrastare con rapidità e durezza i reati contro le donne. Iniziato l’esame del disegno di legge targato M5S

dalla Redazione
Politica

Contrastare con rapidità e durezza i crimini più odiosi, ossia quelli che avvengono all’interno delle mura domestiche o a carico delle donne, è uno dei punti qualificanti del programma del governo gialloverde. E da ieri, come annunciato dalla presidente grillino della commissione Giustizia della Camera, Giulia Sarti (nella foto), tutto ciò si appresta a diventare realtà. Infatti, spiega la pentastellata, è iniziato l’esame del “disegno di legge per la tutela delle vittime di violenza domestica e di genere”, meglio noto con il nome di Codice rosso. Un testo rivoluzionario che prevede corsie preferenziali per le indagini al fine di contrastare questi specifici reati il più velocemente possibile dato che spesso presentano forme di escalation pericolose e spesso fatali per le vittime.