Ecco l’iPhone X, pieno di sorprese. Tre nuovi telefoni ma c’èanche l’Apple Watch 3. A Cupertino inaugurato pure lo Steve Jobs Theatre

iphone-x

Non è stato un giorno come tanti altri a Cupertino. E lo si era capito sin dalla mattinata di ieri quando Tim Cook, Ceo di Apple, ha twittato: “It’s a big day…”. Un grande giorno per l’azienda americana che ha lanciato il nuovo iPhone inaugurando per l’occasione anche lo Steve Jobs Theater, dedicato al padre della “mela” scomparso qualche anno fa. Tre i telefoni presentati: iPhone 8 (a partire da 699 dollari), iPhone 8 Plus (799 dollari) e iPhone X (999 dollari, mentre in Europa costerà 1189 euro). Ed è proprio quest’ultimo il più atteso dal mercato, oltre che essere il prodotto ideato appositamente per festeggiare il decennale dell’iPhone. Si tratta di un telefono assolutamente innovativo rispetto agli altri due che non sono altro, si fa per dire, che evoluzioni degli iPhone 7. Le vere novità riguardano le telecamere che danno ancora più profondità. E per l’iPhone 8 Plus la funzione che permette di fare ritratti (portrait mode).

Le caratteristiche – “One more thing…”, queste le parole utilizzate da Cook, sorridendo, prima di annunciare l’iPhone X. “Abbiamo ancora una cosa…”, proprio le stesse parole che Steve Jobs utilizzava per presentare ogni nuovo prodotto. L’ultima creatura ha un display, chiamato edge to edge (da bordo a bordo) in super retina, con uno schermo da 5,8 pollici dove sparisce il tasto “home”; in vetro sia sul lato frontale che posteriore, come i nuovi iPhone 8 e 8Plus, ed è disponibile nei colori gray e silver. Tanta attenzione anche alla protezione dei dati personali. Per questo il nuovo dispositivo riconoscerà il proprietario e sbloccherà l’accesso al telefono grazie alla fotocamera anteriore (sistema che si chiama Face ID). Sarà nei negozi dal 3 novembre.

Gli altri non stanno a guardare – L’iPhone dieci, questa la pronuncia giusta, avrà un display “Oled” molto costoso rispetto agli Lcd e, che in fase di produzione, si è rivelato di complicato adattamento con le altre componenti del telefono. Anche per queste ragioni il nuovo modello iPhone X sarà molto caro. Il nuovo prodotto è stato accolto molto positivamente anche dai concorrenti coreani di Samsung che dall’ eventuale successo dell’iPhone X potrebbero trarre gran beneficio. Perché Samsung potrebbe essere l’unico fornitore dei display per Apple. Gli schermi Oled sono prodotti quasi interamente da Samsung che detiene il 97,75 dell’intero mercato. Non l’unico produttore, quindi, ma l’unico in grado di rispondere alle esigenze dell’azienda fondata da Steve Jobs, almeno secondo un’analisi di Kgi, riportata da AppleInsider. Il mercato italiano, però, non attende solo le ultime novità americane di Apple. Samsung, Huawej, Sony e Nokia sono pronte a lanciare sul mercato una serie di smartphone che puntano a rendere la vita dura all’iPhone provando a offrire, anche da parte loro, telefoni di qualità magari a prezzi più contenuti. In attesa del responso del mercato la sfida già impazza. Non solo telefoni visto che prima di tutto è stato presentato il nuovo Apple Watch Series 3 (399 dollari) che permette la connessione con la rete cellulare. Il predecessore permetteva “soltanto” la connessione con il wifi. D’ora in poi sarà possibile rispondere a telefono senza nemmeno avere con sé l’iPhone. E passi da gigante anche per la Apple TV 4K.