Kentucky, gli rifiutano la targa “Sono Dio”. E lui fa causa allo Stato

dalla Redazione
Mondo
Sono Dio

Niente da fare, non si può avere la targa con su scritto “sono Dio”. Sembrerà un’idea surreale, ma negli Stati Uniti c’è chi già ha provato. Già, perché negli Usa si può ottenere una targa personalizzata per la propria auto, e gli automobilisti possono spesso sbizzarrirsi con richieste originali. Ma in Kentucky, Bennie Hart non è riuscito ad ottenere quello che voleva: una targa con scritto “I’m God”, “Sono Dio”. L’uomo ha deciso di fare causa allo Stato, ritenendo di avere diritto di scrivere ciò che meglio gli piace sulla targa, tanto più che ha utilizzato la stessa identica targa in Ohio per 12 anni, prima di trasferirsi in Kentucky

A raccontare questa bizzarra storia, la Bbc. Hart, che si definisce ateo, spiega che il senso del messaggio è l’impossibilità di dimostrare che chiunque non sia Dio. Ma non considera la scelta della targa come una provocazione: “Voglio semplicemente la possibilità come chiunque altro di poter scegliere un messaggio personale per la mia targa, come ogni automobilista”, ha spiegato Hart.

Ma le autorità del religioso e conservatore Kentucky non hanno visto la cosa nello stesso modo, e gli hanno rifiutato la targa, sostenendo che sia offensiva e potrebbe distrarre gli altri automobilisti.

Per questo Hart ha deciso di fare causa alloSstato, con l’aiuto dell’associazione American Civil Liberties Union of Kentucky (ACLU-KY), ritenendo che sia stato limitato il suo diritto di parola, protetto dal Primo Emendamento.