Kitesurfer risucchiato dalle pale di un elicottero militare a Ladispoli, è grave. Sull’incidente indagano la Procura di Civitavecchia e la Difesa

dalla Redazione
Cronaca

Un cinquantenne romano è rimasto gravemente ferito dopo essere stato risucchiato dalle pale di un elicottero militare impegnato in un’esercitazione al largo della costa di Ladispoli. L’incidente che ha coinvolto il kitesurfer romano, ora ricoverato in prognosi riservata al Policlinico Gemelli, è avvenuto intorno alle 15 di ieri a Torre Flavia.

Sull’accaduto sono state aperte due inchieste, una della Procura di Civitavecchia e una della Procura militare. Al momento non è noto se l’elicottero appartenga a una forza armata italiana o straniera. Secondo la prima ricostruzione dell’accaduto, il 50enne romano sarebbe stato risucchiato dal vortice d’aria creato dal rotore dell’elicottero e poi sbalzato sulla terraferma.

Nella zona del litorale di Ladispoli da alcuni giorni sono in corso delle esercitazioni militari che vedono impegnati velivoli dell’Aeronautica italiana e di altri Paesi. Nell’incidente, a cui ha assistito anche la moglie del kitesurfer, è rimasta lievemente ferita anche una guardia giurata.