La “berlusconizzazione” è già realtà nei gruppi WhatsApp del Pd. In molti commentando le sventure di Renzi si sono subito scagliati contro la magistratura brutta e cattiva

dalla Redazione
Politica

Per capire quanto “berlusconiano” sia diventata l’ala renziana del Pd bisogna leggere i commenti sulle chat del Partito democratico. A rivelare i dettagli dei messaggi interni è stato Alessandro De Angeli su HuffPost. Diversi deputati si sono scagliati contro la magistratura brutta e cattiva. E, in questo, sembra di risentire le parole e le dichiarazioni dell’acerrimo nemico di un tempo, Silvio Berlusconi.

“Quel che sta succedendo a Matteo Renzi e alla sua famiglia è semplicemente indegno di un paese civile. Credo che meriti la ferma risposta di ciascuno di noi”, scrive alle 22,11 di lunedì Luciano Nobili, pasdaran del renzismo della prima ora. È la chiamata alle armi, in un crescendo. “Concordo”, “Assurdo”, “Pazzesco” chattano immediatamente Gadda, Fragomeli, Enza Bruno Bossio, Alessia Morani.

“Domani alle 16 conto di andare in Senato”, scrive Claudio Mancini. “Anch’io” scrive Andrea Romano. “Dobbiamo essere tutti lì”, chatta la Bruno Bossio. Fino all’intervento direttamente del presidente del Pd Matteo Orfini: “Ho sentito Matteo che vi ringrazia tutti per la solidarietà. Su domani valutiamo cosa fare anche insieme a lui domani stesso. Ci siamo trovati d’accordo anche su un aspetto piuttosto urgente: usciamo ora anche sul salvataggio di Salvini sennò passa in cavalleria”. E così, di fatto, è stato nella giornata di ieri.