La carovana della salute. Visite gratuite e controlli con la Race for the cure. Riparte la campagna di prevenzione del cancro al seno. Tra i testimonial il ministro Calenda e la moglie

dalla Redazione
Cronaca

Di corsa contro il cancro al seno.  Torna la Race for the cure 2018,  la più grande manifestazione per la lotta al tumore femminile più comune. Quest’anno con due testimonial d’eccezione: il ministro per lo Sviluppo Carlo Calenda e sua moglie Violante Guidotti. “L’iniziativa è fondamentale perché il tumore al seno è molto diffuso ma anche molto curabile se preso in tempo”, ha detto il ministro, “mia moglie Violante ne è appena uscita, per questo ha lavorato e sta lavorando con questa associazione”.

L’obiettivo della manifestazione, come ogni anno, è portare il messaggio della prevenzione oncologica a tutte le donne grazie alla Carovana della salute promossa da Susan G.Komen Italia. Lo spot ufficiale della XIX manifestazione è stato firmato dalla regista e sceneggiatrice Francesca Archibugi e realizzato da Cattleya. “Dona, agisci, partecipa, fai la differenza nella lotta ai tumori al seno”, è il messaggio dello spot che vede una ragazza (l’attrice Carolina Crescentini) nei panni di una volontaria che bussa alle porte di un condominio per convincere le persone a partecipare alla ‘Race for the cure’. Qualcuno non apre, altri hanno dubbi. Apre l’ultima porta una signora (Pamela Villoresi) che sembra non essere sensibile al messaggio ma, prima di chiudere, mostra sullo schermo di un computer la sua donazione nel ricordo della sorella morta di cancro. In Italia si registrano annualmente oltre 50mila nuovi casi di tumore al seno, una nuova diagnosi ogni 15 minuti. Dal 2000, con oltre 15 milioni di euro raccolti, l’associazione Susan G. Komen Italia ha avviato oltre 800 progetti e con le sue cliniche mobili e ha erogato oltre 5mila visite gratuite in 11 regioni. La Race for the cure si svolgerà a Roma dal 17 al 22 maggio, a Bari dal 25 al 27 maggio, a Bologna dal 21 al 23 settembre e a Brescia dal 5 al 7 ottobre.