La nuova tv è a misura di Social. Arriva a Roma il primo festival di video in verticale. Cinema e televisione cambiano sulla scia di internet

vertical_MovieÈ tutta una questione di user experience, di manualità per intenderci. Da quando abbiamo iniziato a sostituire la macchina fotografica e la videocamera con lo smartphone, senza neppure accorgerci, abbiamo lentamente smesso di pensare al formato orizzontale di foto e video lasciando sempre più spazio a inquadrature verticali. Tanto che queste immagini stanno ormai spopolando su Facebook e sulle Instagram Stories. Una tendenza che cambia davvero tutto, e questo perché ci viene naturale impugnare lo smartphone con una mano e reggerlo in verticale, scorrendo i contenuti su e giù con il pollice, rendendo più semplice guardare tutto. Questo nuovo modo di inquadrare e di fotografare viene già utilizzato dal 70 per cento dei video caricati in rete. Una svolta epocale che rappresenterà un punto di partenza, che rivoluzionerà le produzioni in ambito pubblicitario e cinematografico. Ecco perché a Roma dal 20 al 23 settembre, ci sarà un’assoluta novità mondiale: il primo Vertical movie Festival. Un evento internazionale, che propone un cambio di passo attraverso l’interpretazione della nuova tecnologia. L’idea, ha spiegato Maurizio Ninfa, imprenditore Siciliano, Presidente del Festival Vertical Movie, nasce dai tempi e dall’uso ormai imperante del nuovo modo di comunicare in rete. Il primo audace progetto, condotto dal Direttore artistico Salvatore Marino, attore e presentatore, propone il primo concorso che raccoglie video realizzati in verticale con i telefonini cellulari e con altri mezzi professionali ruotati però di 90 gradi rispetto all’uso normale. Sono già stati selezionati più di un centinaio di video verticali provenienti da tutta Europa, da Sudamerica, Australia e da Paesi Asiatici. Tra le novità del Festival, la trasmissione in streaming in verticale di una messa e dell’Angelus, in accordo con la Santa Sede. Il vertical Movie si inserisce all’interno della “Rome Half Marathon Via Pacis”, evento promosso per il secondo anno da Roma Capitale. Il festival si articolerà in quattro serate di puro spettacolo tra audiovisivi, musica, eventi, ospiti e molto altro. “Il nostro obiettivo ha spiegato ancora Ninfa, è utilizzare la nuova tecnologia per avvicinare le nuove generazioni a temi di carattere sociale e per diffondere l’uso consapevole dei nuovi sistemi di comunicazione”. La piattaforma c’è, il pubblico anche, ora la partita, per tutti, è quella dei contenuti.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *