La partita per il Congresso Dem. Renzi si sfila ma non troppo e lancia un siluro a Zingaretti: “Non può guidare il Pd. Troppo ambiguo verso i grillini”

dalla Redazione
Politica

Assicura che non prenderà parte alla partita del Congresso. Ma anche se defilato Matteo Renzi partecipa alla partita per la guida del Partito democratico. E lo fa bocciando sonoramente la candidatura alla segreteria di Nicola Zingaretti definendolo “Troppo ambiguo verso i grillini – ecco perché secondo Renzi – non va bene come candidato segretario del Pd”.

Le affermazioni di Renzi sono arrivate ai microfoni di Lilli Gruber nella trasmissione OttoeMezzo dove gli è stato chiesto se Zingaretti sai un buon candidato alla guida del Pd. “Credo di no – ha affermato Renzi – perché la posizione di Nicola verso l’accordo con i M5s è molto ambigua. Per me il punto fondamentale è dire con chiarezza che noi non possiamo fare un accordo con chi mette in discussione i vaccini. Dopo di che se vincerà, io lo rispetterò”.

Per l’ex segretario ci sarebbero nuovi progetti all’orizzonte a partire dalla prossima Leopolda. “Il mio ciclo alla guida del Pd si è chiuso. Io farò altro, a cominciare dalla prossima Leopolda. – dice – Il congresso è già iniziato, ho votato nella fase dei circoli e voterò alla segreteria Toscana, Simona Bonafè. Ce ne sono tante di donne che possono fare le segretarie”.