Londra, auto si schianta a tutta velocità contro le barriere davanti al Parlamento. Panico a Westminster: arrestato un uomo. Tre feriti, ma le loro condizioni non preoccupano

dalla Redazione
Mondo

La follia è tornata a colpire a pochi passi dal Parlamento. Tanto da far ripiombare Londra ancora una volta nel terrore. Un uomo si è lanciato con la propria auto contro le barriere che circondano il Parlamento di Westminster, nel centro di Londra. Immediato l’intervento delle forze dell’ordine che lo hanno tirato fuori dalla macchina e lo hanno arrestato. Sull’accaduto indagano le unità antiterrorismo di Scotland Yard. “Visto che sembra essere un attacco deliberato, per il metodo utilizzato e per il luogo in cui è accaduto, lo stiamo trattando come terrorismo”, ha spiegato Neil Basu, il capo dell’antiterrorismo a cui sono state affidate le indagini. Il presunto assalitore ha tra i venti e i trent’anni e, al momento, il suo interrogatorio non ha prodotto alcuna svolta per le indagini. Si tratta di un ragazzo di colore che sarebbe originario delle Midlands; guidava una Ford Fiesta di color argento e indossava una maglietta bianca e una giacca scura con il cappuccio quando gli uomini della sicurezza lo hanno arrestato.

L’incidente non ha avuto conseguenze drammatiche visto che soltanto tre persone sono rimaste ferite nell’impatto. Si tratta di tre ciclisti: uno è stato curato direttamente sul posto, per gli altri due è stato necessario il trasporto in ospedale. L’area dove c’è stato “l’incidente” risulta sempre estremamente affollata; in questi giorni straripa di turisti, mentre l’attività del Parlamento è sospesa da qualche giorno. L’incidente nella mattinata di ieri, precisamente alle 7.37 locali, (8,37 italiane). Secondo quanto rivelato dalle testimonianze l’auto avrebbe imboccato una strada chiusa che conduce alla zona protetta di Westminster e ad alta velocità si sarebbe schiantata contro le barriere. Immediato l’allarme sicurezza in tutta la zona con la metropolitana di Westminster chiusa. La zona è particolarmente protetta. Le barriere sono state alzate proprio perché lo scorso anno l’attacco con un’automobile causò quattro morti. Certamente se l’auto avesse imboccato quella strada in un orario differente, avrebbe potuto fare molti più danni con un maggiore affollamento. La situazione nella zona di Westminster è tornata lentamente alla normalità. Sull’accaduto è arrivato anche il commento del presidente Usa, Donald Trump, via Twitter: “Un altro attacco terroristico a Londra… questi animali sono pazzi e vanno affrontati con durezza e forza”.
Il sindaco di Londra Sadiq Khan ha annunciato che sin da subito saranno dispiegati più agenti armati e disarmati per le strade di tutta la città. Tuttavia, “la gente – ha precisato Khan – non deve spaventarsi per questo”.