Mafia, campagna elettorale ed elezioni per scegliere i vertici delle cosche. Smantellata la famiglia Santa Maria di Gesù. Sei arresti a Palermo

dalla Redazione
Cronaca

Elezioni vere e proprie per eleggere i boss di Cosa Nostra. Con tanto di campagna elettorale a caccia di voti. E’ quanto accaduto nella cosca di Santa Maria di Gesù smantellata all’alba di oggi.

LA CAMPAGNA ELETTORALE -Il centro strategico e decisionale era una sala da barba. E proprio lì la direzione distrettuale antimafia aveva piazzato una serie di cimici grazie alle quali è stata smantellata l’organizzazione. Sei le persone che sono state arrestate a Palermo accusate a vario titolo di omicidio, tentato omicidio, associazione mafiosa e reati in materia di armi.Accertato il processo di riorganizzazione interno della cosca e la capacità militare culminata nel recentissimo omicidio di Salvatore Mirko Sciacchitanoe nel ferimento di Antonino Arizzi. Le telecamere nascoste hanno filmato anche il bacio sulla fronte al padrino in una cosca ormai ridotta, però, a pochi uomini. Filmati e microspie che hanno fatto luce su riunioni con i discorsi dei mafiosi sulle elezioni e i baci che a turno davano in fronte al nuovo padrino Giuseppe Greco.