Malta, omicidio Curuana Galizia. Il primo ministro Muscat annuncia: arrestate dieci persone. Sarebbero gli esecutori materiali della strage, non i mandanti

dalla Redazione
Mondo

Importanti novità sull’omicidio di Daphne Caruana Galizia. La polizia ha infatti comunicato di aver arrestato dieci sospetti. Ad annunciarlo oggi a Castiglia è stato il primo ministro Joseph Muscat. I sospettati sono tutti cittadini maltesi, alcuni già noti alla polizia.

Gli arresti sono stati effettuati questa mattina in diverse aree del Paese. Ora la polizia ha ora 48 ore per interrogarli e formulare le accuse. In conferenza stampa Muscat – dopo aver ammesso di essere consapevole delle implicazioni e del rischio di fare una dichiarazione in questa prima fase – ha spiegato che secondo gli investigatori si tratta degli esecutori materiali, le persone che hanno compiuto l’omicidio con l’autobomba. Ma non quelle che l’hanno commissionato.