E’ morto Lello Di Segni l’ultimo sopravvissuto al rastrellamento degli ebrei nel ghetto di Roma. Avrebbe compiuto 92 anni il 4 novembre. Dureghello: “Era la memoria storica della Comunità Ebraica”

dalla Redazione
Cronaca

Si è spento, la scorsa notte, Lello Di Segni, l’ultimo sopravvissuto al rastrellamento degli ebrei nel ghetto di Roma del 16 ottobre 1943, avrebbe compiuto 92 anni il prossimo 4 novembre. Di Segni, con i suoi familiari venne arrestato dai nazisti e deportato nel campo Di Auschwitz-Birkenau, in Polonia.

La perdita di Lello Di Segni “oltreché essere un dolore per la nostra Comunità, è purtroppo un segnale di attenzione e un monito verso le generazioni future” ha dichiarato, dando la notizia della scomparsa di Di Segni, Ruth Dureghello, presidente della Comunità Ebraica Di Roma. “Con lui – ha aggiunto – viene a mancare la memoria storica di chi ha subito la razzia del 16 ottobre tornando per raccontarcela. Da oggi dobbiamo trovare il coraggio per essere ancora più forti, per non dimenticare e non permettere a chi vuole cancellare la Storia e a chi vorrebbe farcela rivivere di prendere il sopravvento”.