Paura nel Pavese per l’incendio di un capannone abbandonato pieno di plastica. Cento evacuati

dalla Redazione
Cronaca

Un incendio clamoroso: un capannone di circa 2000 metri quadrati è andato in fiamme a Corteolona e Genzone, nella parte del vecchio abitato di Genzone lungo la provinciale 31, nel Pavese. Una lunga colonna di fumo nero si è estesa su buona parte della Bassa pavese nella zona tra Belgioioso e Miradolo Terme. Il capannone risulta essere in disuso da tempo, ma diversi cittadini residenti nella zona spiegano di aver visto spesso, negli ultimi mesi, camion entrare e uscire scaricando materiale. Si teme quindi che nel rogo possano bruciare plastica, pneumatici ed altri elementi di scarto.

Un centinaio di persone sono state evacuate in via precauzionale dalla Cascina San Giuseppe, la frazione di Inverno e Monteleone nella quale l’Arpa ha posizionato il campionatore per valutare eventuale presenze di diossine. Al momento non è chiaro che tipo di materiale stia bruciano anche se i vigili ritengono che vi sia materiale plastico e la densità del fumo ha fatto scattare l’allarme nube tossica. Un comunicato della prefettura di Pavia avverte: “La popolazione è invitata a rivolgersi ai presidi sanitari per eventuali infiammazioni delle prime vie respiratorie”.

I vigili del fuoco sono ancora al lavoro per spegnere il vasto incendio. Arpa è intervenuta sul posto con la squadra specialistica posizionando un campionato ad alto volume nella zona della Cascina San Giuseppe in modo da poter misurare in maniera costante gli eventuali inquinanti presenti (Ipa e diossine). Sul luogo dell’incendio sono al lavoro fin dalle prime ore oltre ai vigili del fuoco, la protezione civile e le forze dell’ordine. Non risultano persone coinvolte nel rogo. Le autorità sanitarie consigliano in via precauzionale, ha riferito Arpa, di tenere le finestre delle abitazioni chiuse.