La memoria corta del Pd. I dem protestano ma dimenticano che nel 2016 la Manovra arrivò in aula con nessun voto in commissione e l’Italicum si votò di notte

dalla Redazione
Politica
Matteo Renzi

A ricordarlo è stato, in maniera impeccabile, il capogruppo M5S al Senato, Stefano Patuanelli: mentre il Pd grida allo scandalo oggi, durante il Governo di Matteo Renzi (nella foto) le cose andavano anche peggio, con voti incredibili anche all’alba. “In questi giorni abbiamo sentito molte accuse, si è parlato di unicum”, scrive Patuanelli. “Ma, con grande sorpresa, ho scoperto che nel 2016 la manovra è arrivata in Aula con nessun voto in commissione. Parliamo di due anni fa. Ripeto: zero voti in commissione”. “Dopodiché – ha aggiunto ancora il capogruppo del Movimento – nel 2014… dopo ore di rimandi venne posta la questione di fiducia alle 19 e votata una manovra alle 5 di mattina… beh, la capigruppo si riunì alle 7 per calendarizzare l’Italicum”. Pd colpito. E affondato.