Per l’ambasciatore statunitense Eisenberg l’attuale governo italiano è la quintessenza della democrazia in azione

dalla Redazione
Politica

“L’attuale governo in Italia è la quintessenza della democrazia in azione. Al di là di come ognuno di noi la pensi le ultime elezioni in Italia hanno dimostrato che il popolo ha parlato. Questa è la democrazia”. E’ quanto ha detto, partecipando a un forum all’Ansa, l’ambasciatore americano a Roma Lewis Michael Eisenberg.

“Usa e Italia – ha aggiunto il diplomatico americano – hanno in comune l’impegno per la democrazia” e, ha aggiunto, “le forti relazioni bilaterali tra i due Paesi”. Secondo Eisenberg dal recente incontro a Washington, tra il presidente americano Donald Trump e il premier Giuseppe Conte, è emersa “una chimica e una comprensione reciproca evidente”.

L’ambasciatore ha rimarcato il “ruolo strategico” dell’Italia “nell’azione diplomatica per riportare la stabilità in Libia”, aggiungendo, però, di non sapere se il presidente Trump parteciperà alla conferenza in programma a Palermo il 12 e 13 novembre. “Lo spero – ha detto ancora – ma non ho alcuna idea sui suoi programmi, e dove possa apparire”.

Eisenberg ha parlato anche del ruolo dell’Italia nell’accoglienza dei migranti, un’emergenza a cui ha fatto fronte “con grande stress, ma anche con grande umanità in modo unico, e molte volte da sola”.  L’Italia, ha concluso l’ambasciatore statunitense a Roma, ha “accettato di correre il pericolo conseguente al fatto di accettare un’enorme quantità di persone e riconoscendo la possibilità della presenza di elementi terroristi” tra queste persone.