Perdere chili mangiando. A patto di saper scegliere cosa mettiamo in tavola. Ecco come funziona la dieta proteica

Francesco Giugni
Salute

Ma chi l’ha detto che per dimagrire bisogna privarsi di tutto? Forse una volta, ora però cambia tutto. Le diete più efficaci per perdere peso sono quelle dove si mangia. Sembra quasi anacronistico considerando il successo delle ultime novità in ambito alimentare, ma la vecchia incitazione della mamma “mangia, mangia” è la chiave per dimagrire in modo sano e duraturo. I risultati sono garantiti, parola del dottor Nick Fuller, esperto di obesità, che ha trovato la chiave per una dieta che già sta spopolando. Perché, al contrario di quanto si pensa, mangiare in maniera costante e completa aiuta a raggiungere una perdita di peso a lungo termine. L’obiettivo è risvegliare il metabolismo lento e la soluzione, secondo gli esperti, è quella di recuperare le radici gastronomiche della propria tradizione. Potrebbe, allora, avere senso rispolverare i consigli alimentari tipici di ogni mamma sulla faccia della terra: mangiare bene e spesso. Il panorama alimentare moderno non sta certo migliorando.

ADDITIVI NOCIVI
La qualità degli alimenti è sempre più dubbia e offre sempre più spesso prodotti gastronomici confezionati e già preparati, ricchi in zuccheri nocivi e conservanti. Questi additivi sono inseriti in prodotti calorici che hanno bassissimo potere saziante oltre che nutrizionale, e che possono creare dipendenza da zuccheri. Il suggerimento dello studioso è unico e tradizionale: mangiare spesso assumendo solo alimenti di alta qualità, a partire dalla colazione. Fare il classico breakfast in modo abbondante, evitare di saltare gli spuntini, assumere non solo proteine ma anche carboidrati, fare tutti i pasti previsti, è la chiave giusta per accelerare il metabolismo. Saltare i pasti o mangiare poco, infatti, equivale a dire al corpo di fermarsi e diminuire il suo metabolismo poiché potrebbe esserci una temporanea carenza di nutrienti. In sostanza, chi riesce a mangiare in modo costante e completo, perde peso meglio e con un effetto di più lunga durata. Il dottore australiano punta il dito anche con le diete che eliminano completamente alcuni alimenti, come per esempio le diete low carb. L’eliminazione dei carboidrati tanto in voga oggi non solo è nociva sull’aspettativa di vita ma anche sulla salute in generale. I carboidrati, infatti, rappresentano la fonte energetica principale per l’organismo umano, hanno funzione plastica e concorrono alla formazione delle strutture nervose e degli acidi nucleici.

TUTTO SANO
Gli unici carboidrati da eliminare nella dieta, o comunque limitare fortemente, sono gli zuccheri semplici ad alto indice glicemico. Questo tipo di carboidrati, infatti, favorisce l’accumulo di adipe tissutale e può causare insulino-resistenza. Per il resto è tutto concesso. La soluzione per perdere peso e rimanere in forma, in modo sano e sostenibile è mangiare alimenti nutrienti includendo quelli ricchi in fibre e proteine. Con un consiglio della mamma: cucinare più spesso a casa propria utilizzando verdure di stagione e ingredienti integrali. Secondo gli esperti, abbiamo bisogno di spostare la nostra attenzione dal mangiare di meno al pensare di mangiare di più, ma cibi sani e nutrienti come parte di un piano di perdita di peso a lungo termine. Pare, dunque, che le generazioni lo sapessero già. Il vecchio consiglio della nonna, che tutti sanno, ma che forse è stato dimenticato, è sempre valido: colazione da re, pranzo da principe e cena da povero.