Reality con la testa nel pallone. Le figlie dei calciatori preda dei programmi tv. Dopo l’erede di Cerezo, ecco la rampolla di Caniggia

Charlotte Caniggia

Charlotte Caniggia

In genere quando si pensa ai figli di calciatori viene in mente Paolo Maldini, il rampollo di Cesare. O tra quelli che ancora calcano i campi di calcio si pensa a Mattia Destro, figlio di Flavio. Oppure a Carlo Cudicini, erede di Fabio, il portierone del Milan di Rivera. Finché sono maschi c’è il campo di gioco, ma se si tratta di femminucce? Beh, a quel punto ci sono i reality. La presenza della biondissima Charlotte Caniggia all’Isola dei Famosi che comincia la prossima settimana ne è la testimonianza. È la figlia di Claudio, calciatore argentino che Ferri e Zenga (e lo stesso ct Maldini) ricordano bene. Fu un suo gol a impedire all’Italia di andare in finale nei Mondiali del ’90. Lo ricordano con gioia anche i tifosi di Atalanta e Roma. Due stagioni fa ci fu un’altra figlia di calciatore a partecipare con successo a un reality, Ballando con le stelle. Lea T., modella figlia di Toninho Cerezo, nazionale brasiliano che giocò nella Roma e nella Sampdoria. Lea, oltre per la sua bravura, è nota alle cronache per la sua storia da transgender che ha deciso di cambiare sesso. Ma torniamo alla bella e abbondante Charlotte Caniggia. In questa edizione dell’Isola, che salpa il 26 gennaio su Canale 5 e durerà 8 puntate, dovrà vedersela nientemeno che con Rocco Siffredi.

RAMPOLLI D’ARTE
Ma di figli d’arte nei reality ce ne sono stati diversi. Questo tipo di programmi è stato terreno fertile per i rampolli del mondo dello spettacolo. A cominciare dall’Isola che ha ospitato Laerte Pappalardo, (figlio di Adriano), Dj Francesco (figlio di Roby Facchinetti dei Pooh), ma anche il figlio adottivo di Renato Zero (Roberto Fiacchini) e di Dodi Battaglia, un altro Pooh (Daniele), di Brigitte Nielsen (Kilian). A Pechino Express hanno partecipato i due figli di Gigliola Cinquetti (Giovanni e Costantino Teodori).

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *