Roma, salasso d’agosto sulle strisce blu

Dalla Redazione
Cronaca Roma

Dalla Redazione

Caos parcheggi a Roma. Ma questa volta non perché non si trova un posto, siamo ad agosto e la città è ancora deserta, bensì per gli aumenti delle strisce blu. Che sono partiti. Con una delle ultime delibere approvate a fine luglio dal Campidoglio è stato certificato l’aumento fissando in tutta la città la sosta al costo di 1,50 euro all’ora. Peccato che i parchimetri chiedono ancora 1 euro, mentre la segnaletica è stata aggiornata proprio nei giorni scorsi. L’inadeguatezza più totale. Mentre gli automobilisti non sanno cosa fare e come pagare. Non resta che sperare che i Vigili chiudano un occhio, almeno fino al 30 ottobre quando tutta la segnaletica dovrebbe essere adeguata e le nuove tariffe dovrebbero entrare a pieno regime. E anche dai tabaccai, per il momento, i biglietti per la sosta continueranno a costare un euro. Ma il vero punto che porta all’indignazione di chi si muove in macchina per le vie della Capitale è l’abolizione delle tariffe agevolate. Quella giornaliera e quella mensile permettevano un bel risparmio a chi è costretto a parcheggiare il proprio veicolo per ore. Ora è arrivato il salasso. Ma il Codacons, come già anticipato a fine luglio da questo giornale, presenterà ricorso al Tar.