Omicidio Sana, Conte scrive al primo ministro pakistano: “L’opinione pubblica italiana è profondamente commossa e si aspetta sia fatta giustizia”

dalla Redazione
Politica

“La morte della giovane Sana Cheema ha scosso dal profondo il nostro Paese. Per questo motivo ho inviato una lettera al primo ministro pakistano, per testimoniare l’auspicio del governo italiano affinché venga fatta luce al più presto sulle responsabilità del brutale assassinio”. E’ quanto ha scritto su Twitter il presidente del Consiglio Giuseppe Conte mostrando la lettera inviata al primo ministro del Pakistan Imran Khan.

Nella missiva a khan il premier Conte scrive la notizia della sentenza del tribunale di Gujarat, con la quale sono stati assolti tutti gli imputati del processo per l’omicidio della giovane italo-pakistana assassinata nell’aprile dello scorso anno mentre era in visita alla sua famiglia, “ha destato vivo stupore in Italia”.

“L’opinione pubblica italiana – prosegue il presidente del Consiglio – profondamente commossa dalla vicenda della giovane sin dalla notizia della sua uccisione, continua a seguire con grande attenzione gli sviluppi del caso, sul quale si aspetta sia fatta giustizia”. Dunque, conclude Conte, “pur nel pieno rispetto delle prerogative e dell’indipendenza della magistratura pakistana, desidero manifestare il forte auspicio del governo italiano affinché sia fatta piena luce sulle responsabilità per la morte di Sana, assicurando i responsabili alla giustizia”.