C’è vita nell’Universo! Scoperti sette pianeti “fratelli” della Terra. Almeno tre potrebbero essere vivibili

dalla Redazione
Argomenti

Una scoperta sensazionale. Ci sono sette pianeti simili alla nostra amata Terra. Tre dei quali potrebbero essere anche vivibili visto che orbiterebbero a una distanza dalla loro stella che consentirebbe all’acqua di restare in superficie allo stato liquido. 

Sono sei su sette i pianeti che si trovano in una zona temperata con temperature comprese tra 0 e 100 gradi. Si tratta del sistema planetario più grande mai venuto prima alla luce. La ricerca, coordinata dall’università di Liegi, è stata pubblicata su Nature.  La stella, chiamata Trappist-1, si trova a 39 anni luce di distanza dalla Terra. Trappist-1 è una stella molto più piccola e meno luminosa del Sole: la sua massa è pari a un decimo rispetto a quella della nostra stella e la sua luminosità pari a solo 5 decimillesimi.

“In passato ci sono stati più volte annunci su possibili gemelli della Terra, ma adesso ci si sta avvicinando molto di più”, ha detto l’astronomo Silvano Desidera dell’osservatorio di Padova dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf). “Si tratta di una bella scoperta e incoraggia la ricerca di pianeti in grado di ospitare la vita”.

I sette pianeti appena scoperti si trovano molto più vicini tra loro rispetto a quelli appartenenti al nostro sistema solare. Ma l’anno dura molto meno se raffrontato al nostro visto che compiono un orbita completa anche in meno di due giorni. Praticamente un anno può durare da un giorno e mezzo minimo ad un massimo di 12,3 giorni. Altro che 365 giorni. Gli scienziati hanno scoperto anche che questi pianeti ricevono dalla loro stella una qua quantità di calore assimilabile a quella che la Terra riceve dal Sole. Per saperne ancor di più la Nasa lancerà nel 2018 il telescopio spaziale James Webb.