Spunta un nuovo audio di Casalino, ma stavolta il portavoce di Palazzo Chigi si scusa. “Nessuna volontà di offendere le vittime di Genova”

dalla Redazione
Politica

Spunta nuovo audio WhatsApp di Rocco Casalino, ed è subito bufera sul portavoce di Palazzo Chigi. Questa volta c’è di mezzo il crollo del ponte Morandi di Genova e un’uscita indubbiamente poco felice di Casalino che però, stavolta, si è scusato.

“Ragazzi, però chiamatemi una volta. Dopodiché semmai vi richiamo o vi scrivo. Anche io ho diritto ho diritto a farmi magari due giorni, no? Già mi è saltato Ferragosto, Santo Stefano, Santo Rocco, Santo Cristo… mi chiamate come i pazzi”. Si legge nella trascrizione, pubblicata da Il Giornale, dell’audio del nuovo messaggio che Casalino ha inviato il 17 agosto scorso, tre giorni dopo il crollo del ponte di Genova, ad alcuni giornalisti. “Datevi una calmata, – aggiunge il portavoce del premier Conte – tutti cento volte mi state chiamando. Una volta, poi semmai mi mandate un messaggio e nel caso vi rispondo. Basta, non mi stressate la vita“.

“Sento di dover chiedere scusa per l’effetto prodotto da un mio audio privato finito sui giornali” ha dichiarato questa mattina lo stesso Casalino. “Nelle mie parole – ha aggiunto – non c’è mai stata la volontà di offendere le vittime di Genova. Offende, invece, l’uso strumentale che alcuni giornali stanno facendo di questa tragedia”.