Strage di Barcellona, la storia delle vittime. La più giovane aveva solo tre anni. Tra i morti tre tedeschi e un belga

dalla Redazione
Mondo

Sarebbe una bambina di tre anni la più giovane vittima dell’attacco terroristico di ieri pomeriggio sulle Ramblas, a Barcellona. Lo riportano gli organi di informazione spagnoli, secondo i quali un’altra bimba di sei anni sarebbe ricoverata in condizioni molto gravi in ospedale. Le autorità catalane hanno dichiarato ufficialmente che nell’attentato sono rimasti coinvolti cittadini di ventiquattro diverse nazionalità.

L’ambasciatore italiano in Spagna, Stefano Sannino, ha confermato la presenza di tre connazionali tra i feriti: due sono già stati dimessi dagli ospedali in cui erano stati trasportati, il terzo presenta delle fratture . Il diplomatico non conferma al momento la presenza di un cittadino italiano tra le tredici vittime finora accertate.

Per quanto riguarda le persone decedute, tre sarebbero di nazionalità tedesca, una belga. La Francia ha reso noto che 26 cittadini francesi sono rimasti feriti, undici dei quali in modo grave; tra i feriti accertata inoltre la presenza di tre olandesi, quattro australiani, tre olandesi, uno di Hong Kong e un americano. Nel corso di una notte che i media iberici hanno descritto come lunghissima e caotica, si sono moltiplicati gli appelli sui social network perchè interpreti inglesi, italiani e francesi raggiungano i principali ospedali e presidi sanitari a Barcellona. La loro presenza è necessaria per assistere il personale che deve prestare cure e soccorsi a decine di persone che non parlano lo spagnolo.